Apertura porta ore 19:00
Chiusura porta ore 22:00

Per festeggiare 7 anni di vita, venerdì 3 maggio Punto Croce diventa un covo di Froce!

Già dalle 19:00 le Playgirls from Caracas offriranno un fritto misto musicale a chiunque voglia ammirare le foto di Albert Stray dalle serie Dimenticare Vercelli e I soliti capricci, le gigantografie di Jacopo Benassi e l’installazione Peep Punk Show di Claudia Borgia, Annalisa Macagnino, Gilvia Rollo, Nadyne Nadine Vetere, Nita.

Alle 21:00 Serafino Monaco dei Saving Serafino ci intratterrà con una performance/riflessione in tema, accompagnato all’elettronica dal suo bandmate Giulio Polloniato.

Poi si torna a festeggiare fino a fine serata con la musica e i video delle Playgirls nell’ambiente glam punk allestito da Silviaccio, Giulio Dal Molin e Elena Rossi.

Per cena si mangeranno arcobaleni e dolcissimi ani.

Mi raccomando: tutt* vestit* bene!

PLAYGIRLS FROM CARACAS
Il progetto Playgirls from Caracas nasce a Lecce nel 2007. Con attitudine quasi “didattica” le Playgirls ricercano nel panorama musicale brani prevalentemente al femminile. Una sorta di archeologia queer che scava senza alcun limite in generi e periodi differenti e porta nelle loro selezioni trash, pop, cantautorato, elettroclash, punk, rrriot, synth pop e tanto altro ancora. Un frizzante fritto misto, supportato da video provocatori ispirati al mondo dell’arte, ai movimenti post femministi e al soft porno, che tra maracas, Güiro e percussioni varie trasforma timide situazioni in serate danzanti.

SERAFINO MONACO
Attivo tra musica, teatro e poesia. Frontman dei Saving Serafino porta avanti parallelamente il progetto Monacos. Sperimenta tra la performance e il cantautorato, la parola e il corpo. Non è minimamente interessato alle norme di convivenza civica e borghese.

ALBERT STRAY
Performer, fotografo e videomaker, vive e lavora a Casale Monferrato. Le sue creazioni sono principalmente destinate alla rivista BABAU, attraverso cui si occupa di indagare – con occhio queer – vizi, virtù e segreti della profonda provincia piemontese. Ironia, erotismo, paura ed amore sono i temi che stanno alla base delle sue produzioni.

JACOPO BENASSI
Jacopo Benassi (La Spezia, 1970) alla fine del 2016 pubblica il libro Gli aspetti irrilevanti, con Mondadori insieme a Paolo Sorrentino: il regista premio Oscar crea 23 racconti a partire da 23 ritratti di Jacopo Benassi.
No Title Yet! è uno spettacolo tra fotografia e performance creato con Kinkaleri.
Nel 2014 ha presentato la rivista da lui curata, prodotta al Palais de Tokyo di Parigi in collaborazione con Le Dictateur a Milano. Collabora con l’artista Federico Pepe in COCO, un progetto di musica e video arte.
Dal 2013 al 2015 ha esposto per tre edizioni al Si Fest di Savignano sul Rubicone.
Nel 2011 ha presentato una personale alla Zelle Gallery di Palermo. Ha aperto Talkinass Paper and Records e produce riviste e live CD di artisti della scena underground internazionale. Collabora con vari registi e scrittori come Paolo Sorrentino, Daniele Ciprì, Asia Argento e Maurizio Maggiani.
Nel 2010 ha partecipato a No Soul for Sale con Le Dictateur alla Tate Modern di Londra, un evento a cura di Maurizio Cattelan e Massimiliano Gioni.
Nel 2009 la 1861 United Agency pubblicò una monumentale monografia: The Ecology of Image. Inoltre, nel 2009 ha partecipato a FotoGrafia – Festival Internazionale di Roma.
Nel 2007 ha preso parte al Vade retro. Arte e omossessualità, da von Gloeden a Pierre et Gilles, a cura di Viittorio Sgarbi e Eugenio Viola. Collabora con diverse riviste in Italia e all’estero. Nel 2005 ha partecipato ad Aphotography alla galleria Changing Role a Napoli e nel 2006 – 2007 ad Artissima Torino. La sua ultima mostra personale è Bologna Portraits, a cura di Antonio Grulli, Palazzo Bentivoglio, Bologna, 2019.


VII Compleanno | Punto Froce Takeover | 03 Maggio | 19:00