Apertura porta ore 17:00
Chiusura porta ore 22:00

Il 12 maggio alle 17:00, dopo lo tsunami di Opening ufficiali della Biennale, The Picnic Pavilion servirà la sua prima portata: l’inaugurazione della Mostra Temporanea, visitabile fino al 15 Maggio alle 22:00 a Casa Punto Croce.

Una serata inaugurale dove siete tutti invitati a radunarvi con noi, accomodarvi e sedervi nel giardino e sui pavimenti di Punto Croce per mangiare assieme e scambiare visioni ed idee riguardo al futuro dei picnic, dell’arte e della vita degli abitanti di Venezia.

Durante l’Opening oltre alle opere d’arte in esposizione, ospiteremo una serie di azioni artistiche, performance e live set, che continueranno nei tre giorni di mostra successivi.

L’ultimo giorno della mostra, il 15 di Maggio, verranno presentati -ed in alcuni casi ripresentati- alcuni degli happening, laboratori e performance degli artisti che hanno risposto alla Open Call e dato poi vita al Picnic Pavilion.

Cominceremo alle 12:00 con una performance live per utenti URL di DJ let go per poi concludere dalle 18:00 a Punto Croce con il Closing Apero Party!

DOMENICA, 12 Maggio / Opening
14:00 – 17:00 / Picnicsasmicronations
Free Picnic areas by Amarean Isles starting from Salute, moving to Zattere passing by Toletta ending at Punto Croce for the kick off!

17:00 / Invocazione a Bacco
Performance by Heather Lyon, followed by the Pop up Performance “Former Forms” by Antonia Steffens at Casa Punto Croce

18:00 / Segni Particolari?
Performance by Cristiano Barducci e Beatrice Carusoo in parallel to the relaxing soundscapes by Sergio Ratti at Casa Punto Croce

20:00 / Performance installazione per utenti URL by DJ Let go Followed by Casi(n)o Bread Dj set at Casa Punto Croce

In Mostra:
Time Machine / installazione sensoriale di Tyśka Samborska
First Step to be Happy / installazione di Barbora Gallová
20h24m / quadro di Jaspal Birdi
This is not a Picnic / quadro di Maggie Mailer
SYNESTESIA, Le Forme del Pane / installazione di Adriano Gon
Picnic at the Platform / photo reportage di Palce lizać
Stanza degli ospiti / installazione sonora di Paul Amlehn
Bandiera del Padiglione / installazione tessile di Jessica Pierobon
Tovaglia da Picnic / progetto di design e reciclo di Poubelle
Disegnare con cibo e bibite / dispositivo-libretto di Davide Natoli

Dalle 18:00 Picnic con cibi e bevande.

LUNEDÍ, 13 Maggio / 1º giorno dei Tre Giorni di Mostra (TDE)
10:30 – 17:00 / Mostra
10:30 – 15:30 / Brunch a cura del The Picnic Pavilion Team
14:30 – 15:30 / Coffee-love art di Davide Ruzzene
Orario TBA / Performance installazione per utenti URL di DJ Let go
Orario TBA: Form of Forms Pop up performances in giro per Venezia di Antonia Steffens

MARTEDÍ, 14 Maggio / 2º giorno di TDE
10.30 – 17:00 / Mostra
10:30 – 15:30 / Brunch a cura del The Picnic Pavilion Team
14:30 – 15:30 / Coffee-love art di Davide Ruzzene
15:00 / How to somatize data flow Slime Tutorial-Performance di Alberto Martínez Muñoz e Jorge Van den Heyde
Orario TBA / Performance installazione per utenti URL di DJ Let go
Orario TBA / Garden Bathing e laboratorio de Tè di Susan Bickford
Orario TBA / Form of Forms Pop up performance in giro per Venezia di Antonia Steffens

MERCOLEDI, 15 Maggio / 3º giorno di TDE + Apero Closing Party
10.30 – 17:00 / Mostra
10:30 – 15:30 / Crazy Pancake Brunch a cura del The Picnic Pavilion Team
12:00 / Performance installazione per utenti URL di DJ Let go
14:30 – 15:30 / Coffee-love art di Davide Ruzzene
16:30 /“EAT ME DRINK ME” Performance with Semaphore flags by Heather Lyon in the campo
18:00 – 22:00 / Closing Apero Party a cura del The Picnic Pavilion Team
18:00 – 19:00 / STRAXXE Performance di Elisa Zuppini, interpretata da Federica Dalla Pozza, Costumi di Avoidstreet / Eduardo Leòn
19:00 – 19:30 / Time is Love Programma di Video arte curato da Kisito Assangni
19:00 in poi/ Handle With Care dell’artista Rebecca Agnes Link Workshop- Rebecca Agnes
19:30 – 20:00 / Music mix by Paul Amlehn
20:00 – 20:30 / Ego trip-hop Concerto performance live di Jean-Lorin Sterian
20:30 in poi/ Dj url for the irl Kain Abel

THE PICNIC PAVILION è un’impertinente e sperimentale mostra coniugata ad una serie di eventi nata per ri-contestualizzare la pratica artistica ed il turismo dell’arte nel cuore di Venezia, durante la 58. Esposizione Internazionale d’Arte May You Live In Interesting Times, nota come La Biennale di Venezia.

I partecipanti al progetto presenteranno i loro lavori, daranno luogo ad un evento o happening, creeranno o parteciperanno a progetti di cucina o picnic come invito all’arte.

THE PICNIC PAVILION si presenta come piattaforma dalla quale poter generare e realizzare nuovi lavori all’interno della città. Attraverso queste azioni artistiche si vuole uscire dal miasma consumistico che spesso accompagna le visite a Venezia.

L’ethos di THE PICNIC PAVILION è contribuire alla qualità della vita di tutti i giorni di Venezia, quanto a quella dell’Umanità in senso più ampio.

Ci si aspetta che i progetti siano intelligenti, pensati in sinergia con la città, l’ambiente, gli abitanti e i visitatori.

Il PICNIC PAVILION è curato da Gabriel Adams, in collaborazione con Silvia Susanna, Isadora Tomasi,  Casa Punto Croce, e supportato da Tobia Tomasi.

Perchè?
Lo sapevi che è illegale fare picnic a Venezia? Eppure le migliori idee nascano quando si sta cucinando o mangiando assieme. Dunque, il picnic è un grande atto!

Per ricontestualizzare la pratica artistica ed il turismo dell’arte nel periodo della Biennale THE PICNIC PAVILION presenta un’impertinente e sperimentale mostra e serie di eventi nella forma di un picnic. Mentre il resto del Mondo guarda con infinita adorazione la Biennale, la realtà degli abitanti e della città stessa è un’altra storia. Devono coesistere con la Disneylandificazione e degradazione ambientale costante, il tutto accompagnato dalla pressione delirante del “non posso perdermelo” che assale i visitatori.

THE PICNIC PAVILION offre la cura, o almeno un riparo da questa tempesta, con il suo specifico delirio!

THE PICNIC PAVILION impiega l’Arte per rinvigorire semplici momenti rituali della vita quotidiana come quando ci riuniamo per mangiare insieme. In aggiunta al mix di arte contemporanea, progetti urbani, ed interazioni con la vita sociale della città, una continua serie di eventi culinari partecipati (come picnic, cene festose, aperitivi) prenderanno luogo all’interno dello sperimentale e underground ~ma pur sempre sopra il livello del mare~ Casa Punto Croce: una casa Veneziana con un albero di cachi nel giardino, situata nel cuore della città, Santa Croce, da sette anni attraversata da eventi, anche internazionali, costruiti dal basso dalla comunità locale, e in numerosi altri luoghi all’aperto in giro per la città.

Si accoglieranno un ampio spettro di proposte che siano inclusive e positivamente digestibili, con lo scopo di connettere ed unire, conversare, nutrire e deliberatamente creare momenti conviviali dove si possa essere in grado di assaporare la brevità della vita in buona compagnia. Sì ai baccanali, sì all’abbracciare e mischiare culture, sì alla condivisione, sì al vegano, vegetariano, al senza glutine.

Facciamo chiarezza rispetto alle aspettative:

> Questo progetto è autoprodotto e generato da persone, si regge sull’entusiasmo e l’impegno di chi ne fa parte. Al di fuori della mostra e dell’inaugurazione, il progetto opera con improvvisazione ed iniziative auto-condotte.

> Collettivamente faremo sì che questo progetto esista. A questo proposito THE PICNIC PAVILION diverrà nomade dopo la mostra temporanea.

>Il programma all’Aperto, su suolo pubblico, è “a proprio rischio”.

Noi, THE PICNIC PAVILION, non ci assumiamo alcuna responsabilità per i tuoi propri lavori quando cadi in uno dei canali. Ma saremo però lieti di consigliarvi come nuotare il meglio possibile a Venezia.

Chi è dietro THE PICNIC PAVILION?
Gabriel Adams è un artista visuale e curatore. Lavora principalmente nel campo dell’installazione sensibile al sito, spesso si avventura in collaborazioni multidisciplinari e progetti curatoriali. Per l’ultimo decennio ha lavorato in tutta l’Eurasia, con un focus primario in Corea, nella regione del Mar Nero e Venezia. Adams ha sede negli Stati Uniti e in Nuova Zelanda.

Isadora Tomasi lavora con il suono e la performance, ricercando maniere di introdurre elementi propri di un concerto all’interno delle sue piece e viceversa. Ha frequentato la Mime School di Amsterdam dopo aver studiato Teatro in Francia. Nel suo progetto RHEA (2015) esplora metodi per fare musica attraverso la vibrazione dei suoni all’interno del corpo umano, usando microfoni a contatto. Il suo lavoro prende spunto da tematiche filosofiche e/o situazioni di inqeuità.

Silvia Susanna è architetto e membro del gruppo di ricerca “nanoturism”. Lavora nel campo dell’architettura e del design, spesso in collaborazione con gruppi internazionali e multidisciplinari. Negli ultimi anni, il suo focus si è concentrato sui significati e le potenzialità dei progetti temporanei. Ha preso parte a importanti eventi culturali, tra gli altri 24a Biennale di Design di Lubiana come autrice e alla 15a Biennale di Architettura di Venezia come assistente dei curatori del Padiglione Slovenia.

Tobia Tomasi è un promotore culturale e fondatore di Casa Punto Croce. Ha lavorato sino dalla giovane età nell’ambito dell’organizzazione di concerti ed eventi, giungendo poi più recentemente al cinema e all’arte. Come entusiasta montatore video e produttore di contenuti, ora lavora nel “Laboratorio de investigación en Resonancia y expresión de la naturaleza” con Ariel Guzik a Città del Messico.

OPEN CALL
Nonostante le migliori idee nascano quando si sta cucinando o mangiando assieme, lo sapevi che è illegale fare i picnic a Venezia?

THE PICNIC PAVILION cerca PROPOSTE da artisti, cuochi scrittori, filosofi, scienziati, musicisti, ballerini, performer, entusiasti del picnic, così come collaboratori, per la mostra di 3 giorni e una serie di eventi tra Maggio e Settembre 2019.

Cerchiamo progetti che puntano a unire, conversare, nutrire e deliberatamente creare momenti conviviali dove si possa assaporare la brevità della vita, per un’arte capace di rinvigorire semplici momenti rituali della vita quotidiana.

Il progetto si svolgerà in concomitanza della 58. Esposizione Internazionale d’Arte May You Live In Interesting Times di Venezia.

L’inaugurazione e la mostra avverrà negli spazi di Casa Punto Croce durante il mese di Maggio 2019, mentre i progetti all’aperto saranno incursioni lagunari fino a Settembre 2019.

PROPOSTE:
a. 12-15 Maggio 2019 / Inaugurazione 
Opening + Mostra 

b. Maggio – Settembre 2019 / Il Programma all’aperto 
una serie di happening, progetti site-specific e derive urbane che penderanno luogo nella città, come (ma non solo): performances, letture, workshop, installazioni temporanee, picnic, e provocatorie collaborazioni culinarie.

DEADLINES:
a. 23:59 del 1 Maggio 2019 (Central European Time) UTC/GMT +1 hour
per la partecipazione alla mostra

b. 23:59 del 1 Settembre 2019 (Central European Time) UTC/GMT +1 hour
per il Programma all’aperto

partecipa scrivendo a:
thepicnicpavilion@gmail.com

The Picnic Pavilion è reso possibile da Punto Croce in collaborazione con Avalanche Art Space (IG avalancheartspace) e span (IG span.a.space)

The Picnic Pavilion | Apertura Mostra Temporanea + Closing Apero Party | 12 – 15 Maggio
Tag: